• Font size:
  • Decrease
  • Reset
  • Increase

Sport Vicenza

Intervista con Il Carico dei Suoni Sospesi

Il Carico dei Suoni Sospesi è una formazione nata a Firenze nel 2008. Nel 2011 pubblicano il loro primo disco: ”Condizione Alienata”, completamente autoprodotto ed indipendente, con licenza Creative Commons. L’album viene accolto con entusiasmo da critica e pubblico e viene presentato in numerosi concerti in tutta la penisola. Ora è la volta del loro nuovo disco dal titolo, NON PRATICO VANDALISMO il Carico, rimasto in 4 componenti, diventa una macchina rock con derive funk e metal a tutti gli effetti. Ecco l’intervista gentilmente concessa…

Una delle prime cose che si nota nei vostri brani è che non possono essere inclusi in un singolo genere musicale ma che si muovono in più direzioni…
Sì... questa è la nostra ricerca principale... la volontà di sperimentare di tutto… di spiazzare chi ascolta, di sorprendere!
Ed è una sfida tecnica per noi... un modo per vedere e misurare dove possiamo arrivare ogni volta!
E' una ragion d'essere, un punto di arrivo, un percorso voluto ma anche molto spontaneo... forse grazie anche ai gusti musicali molto vari di ognuno di noi!
Non ci piace pensare ad un nostro disco troppo identificabile in un genere specifico...
ci piace spaziare, sperimentare, cercare... ci annoieremmo altrimenti!
C'è già tanta musica ben definibile... perchè fare qualcosa che già fanno altri?!Anche se ormai parlare di "originalità" è un miraggio!

C’è nelle canzoni un utilizzo mirato dell’elettronica. E’ stato complicato fonderla gli strumenti più tradizionali?
Non troppo... dipende dai singoli pezzi...
alcuni, come “Mondo reale”, sono nati proprio dall'elettronica....
in altri invece è stata aggiunta durante la stesura...
Tutto viene molto spontaneo a seconda delle idee che nascono suonando....

Dal titolo del vostro album, sembra si voglia dare spazio alla protesta ma che questa non debba comunque sfociare nella violenza…
Sì in generale siamo davvero contro la violenza! Spesso poi viene strumentalizzata e finisce per ottenere i risultati esattamente opposti a quelli voluti!!! Noi optiamo decisamente per non sfociare nel violento ma per insistere in un dialogo meno ipocrita di quello che ci viene propinato dalla televisione e da certo giornalismo!... Noi siamo per una analisi cosciente e pratica del come poter migliorare lo stato delle cose...
per gli individui, la società ed il pianeta tutto!
Sebbene ultimamente la rabbia anche da parte nostra sembri diventare sempre più incontenibile!
Viviamo davvero in un paese assurdo e pigro... noi per primi!
Ci auguriamo semplicemente intanto, che la gente si accorga di dove vive... e soprattutto… si accorga di essere viva e protagonista!!!Sarebbe già un grosso passo avanti…
Anche solo scegliere cosa comprare, cosa mangiare, quanto consumare e buttare, cambierebbe moltissimo l'ordine delle cose di questo sistema in cui viviamo!!! Svegliamoci!

Al centro del vostro album c’è l’essere umano ma c’è anche un forte collegamento con il Cinema… Quest’ultimo è stato per voi di forte ispirazione?
Oh... sì... ci piace molto certo cinema... specie ad alcuni di noi...
Il cinema... come alcune letture, sono stati fondamentali per la nostra formazione "artistica"... Assolutamente di grandissima ispirazione!

E’ stato laborioso, portare a termine questo vostro nuovo disco?
....diciamo sì e no... i pezzi sono nati all'incirca in un anno di lavoro di stesura molto spontanea! Le registrazioni più il mix, invece, son stati realizzati in un paio di mesi... due mesi intensissimi di impegno giornaliero e di concentrazione feroce... con crisi esistenziali e lotte contro i mostri personali di ognuno di noi!... ma come sempre a lavoro finito, grandissima soddisfazione di tutti noi e di tutti i nostri più stretti collaboratori... tra cui Leonardo Magolfi, Dave Bonanno e Valeria Manzinello!

In linea di massima, come nasce una vostra canzone?
Jemmando!
In sala prove noi jemmiamo molto, improvvisiamo e registriamo tutto... quando una idea ci sembra interessante la riascoltiamo e rielaboriamo tutti insieme cercando di ottimizzare le parti di ognuno... poi ci inventiamo cambi e situazioni in base a cosa viene fuori...
E' un mix di improvvisazione e di metodo!

Un vostro brano, prima di essere portato a termine, vede più stesure o in genere, rimane abbastanza fedele all’idea di base?
Dipende dai pezzi... alcuni pezzi nascono già pronti... vanno benissimo così come son stati improvvisati la prima volta! Non capita raramente!... Altri invece, vedono più e più stesure, cambiamenti e rimescolamenti... fino a che non sentiamo che "l'opera" sia come deve! In generale comunque ogni tipo di rielaborazione è il frutto di una ricerca molto spontanea... di tentativi voluti per raggiungere un obiettivo soddisfacente per tutti!

CARICO-2033-2

La musica dovrebbe essere considerata cultura, eppure a volte si ha l’impressione che, specie nel nostro paese, non sia ritenuta tale… che ne pensate?
Sembra davvero una banalità ma purtroppo nel nostro paese quasi niente viene considerato cultura!!
E anzi ancora peggio: la cultura viene considerata di secondaria importanza... non importante, specie confrontandola con l'economia!!!
Invece ... la musica e tutti i linguaggi che vengono fuori da giovani e meno giovani sono cultura, comunicazione, vivaio delle personalità e delle menti... Tutti i paesi del mondo sono tali perchè composti da individui, personalità, cervelli, menti e cuori vivi... sangue pulsante, neuroni e sinapsi! E' davvero riduttivo timbrare tutto questo come superfluo o non importante! Nel nostro paese specialmente(ma non solo) si azzera tutto... le menti vengono obnubilate dallo stress quotidiano, ora dalla paura della crisi... e tutto passa in secondo piano dietro all'economia!
Noi crediamo che un paese che possa mangiare sia sì un paese sano...
ma un paese che non pensa... sebbene mangi... non può essere un paese sano!!!!
La gente è pigra... non ascolta, non guarda... non esce di casa... internet è un sistema meraviglioso e siamo una generazione davvero fortunata a poterne beneficiare ma là fuori c'è un mondo... un mondo di odori, suoni, colori... sapori...
tutto è cultura se la si coltiva...
Vivere la vita vera... tornare per strada... tutto è cultura...
Vorremmo tanto ci fosse una esplosione di vitalità vera nel nostro paese… ci speriamo e ci lavoriamo con tutte le nostre forze perchè questo possa avvenire anche grazie ai nostri messaggi!!

Vi piace di più il lavoro di creazione dei brani o la loro proposizione dal vivo?
Entrambe le cose... sono due facce della stessa medaglia ed hanno una dimensione differente!!!
Ci piace lavorare con metodo in studio e cercare,ricercare le soluzioni più consone ai nostri pezzi ma ci piace tantissimo anche sudare, saltare, agitarsi su un palco... non potrebbe esistere l'una senza l'altra!

Che importanza riveste oggi l’immagine per chi fa musica?
Mah, dipende molto da che tipologia di musica fai...
A noi diverte vestirci tutti in un certo modo... ci fa sentire più Gruppo! O scegliere un colore particolare per la copertina, il sito, etc..ma più che altro è una "fissa" di Sara! Avendo fatto, suo malgrado, la stilista per anni, ha radicato in sé l'estetica e la mania per una certa organicità di immagine!!!...E ci stressa un po' su questo!
Per il resto… forse in un futuro se ci andrà potremmo farne anche a meno di certi orpelli...
Non siamo Lady gaga nè Madonna... in fondo certe cose sono un po' superflue... No?
Fino a che ci divertono e saranno consone alla nostra teatralità perchè no... ma in un futuro chissà!

CARICO-141mod

Un artista deve avere una sensibilità che va oltre la media?
"Deve avere"... non sappiamo bene... semplicemente... se un individuo ha qualche cosa da dire o ritiene che certe urgenze siano da esternare è bene lo faccia! Starà poi a chi fruisce definire o meno arte quelle "esternazioni"...!
Anche se solitamente… sì… chi sente il bisogno di esternare è perchè probabilmente vive e filtra la realtà in maniera forse più sensibile della media ma non ne siamo convinti del tutto, dipende dai casi, specie ora nell'era dei "talent" reality!
E spesso chi non si espone lo fa per paura e per condizionamento... ecco... noi vorremmo il completo "scondizionamento" per tutti!!!! Libertà totale di espressione e personalità...

Il vostro è un album autoprodotto. E’ l’unica via per rimanere davvero indipendenti?
Per noi sinceramente è stata l'UNICA VIA PER PUBBLICARE... Non è stata una scelta voluta a priori!
Nessuno si è minimamente interessato a noi, alle nostre idee, abbiamo e riceviamo tutt'ora diverse porte in faccia ma credendo molto in quello che facciamo, tenendoci profondamente e convinti come siamo di portare dei bei messaggi, non demordiamo e proseguiamo per la nostra strada con le nostre forze....
Non è facile trovare soldini, risorse, tempo ed energia per sostenere tutta la macchina... ognuno di noi ha altri lavori per potersi permettere tutto questo... ci impegnamo... e speriamo si possa continuare così crescendo sempre un po' negli ascolti e negli apprezzamenti dall'esterno fino magari un giorno riuscire a camparci un minimo!
Arrivati a questo punto comunque, a pensarci bene, essere autoprodotti è diventata davvero una grande libertà... non so se potremmo farne a meno...

Da segnalare inoltre che il disco stesso è stato reso disponibile per essere scaricato gratuitamente dal vostro sito ufficiale… Un modo per avvicinare tutti alla vostra musica e magari, anche ai vostri live?
Senz'altro... per avvicinare più pubblico possibile in primis ma anche perchè riteniamo che il sistema discografico così come concepito finora sia fallimentare e finito!
Chi di noi non scorrazza per you tube... o non si scarica cose?...
Riteniamo che far scaricare il nostro disco sia un modo anche meno ipocrita di gestire le nostre creazioni!
Lo scopo è di arrivare alla gente... quindi... quale altra soluzione migliore e diretta se non la rete?...
E se dovessimo piacere... come a volte accade con nostro grandissimo piacere... perchè non invogliare la gente a venire a vederci dal vivo... dove la nostra dimensione si amplifica e teatralizza?!...Bello non credi? Bello ed unica via pratica reale per chi come noi non ha altri veicoli!

Quali sono i vostri prossimi progetti musicali?
Per ora stiamo cercando convulsamente date live...
alcuni ci hanno chiesto a quando il tour?!...e noi abbiamo risposto: “a quando le agenzie ed i locali saranno interessati a noi!” Purtroppo non smuoviamo troppo pubblico ancora e questo ovviamente è un deterrente per i locali ad invitarci a suonare! Nel nostro paese si suona solo se riempi la sala, quindi ci auguriamo vivamente che tanti scarichino il disco...
che tanti ci apprezzino... ed abbiano voglia di venire a sentirci dal vivo... così si metterà un po' in moto anche la faccenda live... per ora la nostra preoccupazione principale!...
Poi fra un annetto perchè no... il terzo disco!!!

 

Link Articolo

IlCaricodeiSuoniSospesi.It